La carta dei caffè al ristorante: un valore aggiunto

Il caffè, nella tradizione italiana, è un momento d’obbligo, di passaggio. Rendere magico questo momento, interessante, speciale cambia completamente la prospettiva. Investire su questo, anche per i ristoratori, può diventare vantaggioso perché il caffè può essere una buona occasione di business: “Anche un euro in più a scontrino può fare la differenza nel bilancio di un locale”.
C’è un pregiudizio di fondo, tutto italiano, che è importante scardinare: che per gli avventori il caffè sia solo un’abitudine di fine pasto e che nessuno sappia riconoscere la qualità. Il ristoratore spesso vede solo questo lato della medaglia e non intuisce le potenzialità. C’è bisogno di un cambio di prospettiva. Dobbiamo smettere di decantare, con termini spesso difficilmente comprensibili, cos’è un Jamaica Blue Mountain se non spieghiamo prima ai clienti cos’è un buon caffè e quali sono le sue caratteristiche. Attenzione però: la platea si sta allargando. Cresce il numero di appassionati di caffè ma anche di potenziali tali: “Gli appassionati di vini, di distillati ad esempio sono dei curiosi che un giorno – vicino – potrebbero diventare dei fruitori di una carta dei caffè”. Oggi predisporre una piccola carta dei caffè potrebbe quindi diventare un’arma vincente.

Il mondo del caffè è al centro di questa grande rivoluzione dei consumi e la classica miscela per espresso – pur essendo ancora centrale nella proposta – rischia di non essere più sufficiente. Da qui la corsa a una personalizzazione che oggi passa soprattutto da una proposta di monorigine inseriti in una carta dei caffè fruibile anche a fine pasto.

Considerato questo importante ruolo del caffè domani, 21 marzo, a Lipomo (Como) presso la nostra Esposizione Caffè Milani si terrà un convegno, in collaborazione con Il Golosario, dal titolo “La carta dei caffè al ristorante: come trasformarla in un valore aggiunto” in cui il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio modererà gli interventi di Helena Oliviero, campionessa italiana di Cup Tasting 2018, Lorenzo Ferrari e degli ideatori della start up milanese Vinhood.

Per non perdere nessun istante di questo interessante evento seguiteci sui nostri social.

Fonte: ilGolosario

Phone: +39 031 280778
Fax: +39 031 282762
22030 Lipomo (CO)
Via Provinciale, 811