Galapagos: in viaggio con Caffè Milani nelle isole delle tartarughe giganti (e non solo)

Galapagos: in viaggio con Caffè Milani nelle isole delle tartarughe giganti (e non solo)

Quelle che un tempo erano la base di pescatori e bucanieri, oggi solo le isole più amate dai turisti che alle Galapagos vivono un’esperienza di viaggio davvero indimenticabile. Infatti, questo paradiso tropicale – che prende il nome dalle tartarughe giganti che lo abitano – è stato dichiarato Parco Nazionale e Patrimonio Unesco, proprio per il grande tesoro naturale che custodisce e che si svela ai suoi visitatori in tutta la sua bellezza.

L’arcipelago delle Galapagos si compone di tredici isole di origine vulcanica, tutte note per le numerose e particolari specie animali che le abitano – molto apprezzate anche da Charles Darwin che contribuì alla loro fama con i suoi studi sull’evoluzione  – e per la variegata presenza di piante. Proprio in questa oasi incontaminata, viene prodotto Puro Galapagos San Cristobal di Caffè Milani, 100% Arabica.

Partiamo, allora, alla volta di queste incantevoli isole: porta con te la voglia di viaggiare e tutta la passione per il buon caffè.

Le tappe più belle per un viaggio da sogno alle Galapagos

Cosa si può vedere nel Parco Nazionale delle Galapagos? Ecco le 5 isole più belle di questo meraviglioso arcipelago nel cuore dell’Oceano Pacifico, a 1000 chilometri dalla costa dell’Ecuador.

La grande Isabela

È la più grande di tutto l’arcipelago ed è dedicata alla regina Isabella di Spagna che governò nel XV secolo. Suggestiva per la presenza di sei vulcani, è molto ricca di flora e fauna, in particolare cinque differenti varietà di tartarughe giganti, ma non solo. Per esempio, alla laguna di Pozo Salinas, si può ammirare una rarissima specie di fenicotteri. Da non perdere anche la zona di Los Tuneles, dove gli amanti dello snorkeling potranno godere di uno spettacolo unico: una formazione di lava inabissata che ha dato forma ad un anfiteatro sommerso dove nuotano bellissime creature marine.

Santa Cruz e la vivace Puerto Ayora

Santa Cruz è la seconda isola più grande dell’arcipelago. Al tuo arrivo potrai soggiornare nella bella Puerto Ayora e – da qui – dare il via al tuo tour delle Galapagos. I luoghi da visitare sono molti, soprattutto se non vedi l’ora di incontrare da vicino  – anche se meglio con una distanza di un paio di metri- le bellissime tartarughe giganti. Potrai vedere questi animali in libertà anche al Centro scientifico Charles Darwin dove potrai scoprire tutto quello che c’è da sapere sugli studi fatti su questi splendidi esemplari.

Da non perdere anche Tortuga Bay, la spiaggia dove le testuggini marine depongono le uova e dove potresti vedere iguane, pellicani e altri splendidi animali. Ricorda che in questa bahia non puoi fare il bagno, ma di certo potrai fare un bel tuffo nella vicina Playa de Los Perros. Proseguendo l’escursione, potrai ammirare i tunnel di lava che si sono formati durante un’eruzione vulcanica.

A Seymour, proprio come Darwin

A nord di Santa Cruz, c’è questa piccola e affascinante isola, dove potrai ammirare molte colonie di uccelli marini e immortalare i loro bellissimi colori con alcuni scatti fotografici. Non solo, non mancherà occasione di vedere le iguane marine che sono sopravvissute al rischio di estinzione. Inoltre, per guardare da vicino il mondo sottomarino, potrai immergerti a Bachas Beach e goderti lo spettacolo.

San Cristobal, riserva naturale e terra di caffè

Tra le più antiche e popolose, questa isola è la cornice perfetta per un’escursione indimenticabile. Infatti, attraversando i sentieri lungo la collina, si raggiungono spiagge e ripide scogliere dove potrai ammirare i leoni di mare e le tartarughe giganti. Con le guide del parco potrai visitare la Galapaguera, una riserva dedicata alle famose testuggini e raggiungere alcune spiagge davvero molto particolari, come Punta Pitt di sabbia verde e Cerro Brujo di sabbia bianca.

San Cristobal è anche l’isola dove raccogliamo i chicchi di caffè della nostra monorigine Puro Galapagos , molto apprezzato per il  suo intenso aroma e il suo grado di acidità media e piacevole.

Bartolomé e il suo incredibile paesaggio

Qui troverai un ambiente totalmente diverso, quasi privo di vegetazione e interamente ricoperto da formazioni di lava. Al centro c’è il vulcano, dalla cui cima potrai ammirare un panorama mozzafiato e – esplorando l’isola – potrai avvistare una colonia di pinguini e magari farti una nuotata insieme a loro. Ricorda di non andare via prima di aver visitato Pinnacle Rock e scattato la foto di rito.

Isole Galapagos: informazioni di viaggio

Dopo esserti fatto un’idea di cosa vedere, è il momento di saperne di più su come organizzare il tour.

Quale è il periodo migliore per partire

Le Galapagos sono poco distanti dall’Equatore, quindi il clima non subisce molte variazioni nel corso dell’anno. È pur vero che se stai pianificando il viaggio e desideri che sia tutto come desideri, è importante sapere quali sono i mesi più caldi e quelli in cui il clima è più freddo. Considera – quindi – che il periodo tra gennaio a maggio è quello di alta stagione, con sole, temperature tra i 25° e i 30°, temporali improvvisi e un po’ di umidità.  Invece, il periodo compreso tra giugno e dicembre è la cosidetta bassa stagione, con il clima più secco, la temperatura  sui 22° e l’acqua anche più fredda.

Come raggiungere l’arcipelago

Puoi raggiungere le isole attraverso un volo aereo o via nave. Quindi, per pianificare il tuo itinerario di viaggio, devi sapere che gli aeroporti sono due e si trovano sulle isole di Baltra e San Cristobal, mentre per quanto riguarda l’arrivo via mare ( anzi via oceano 😉 ) potresti valutare una crociera con soggiorno a terra. Ricorda – inoltre – che trattandosi di un Parco Nazionale, è molto importante il rispetto delle regole, sia durante le escursioni, sia negli spostamenti che potrai fare solo tra le isole dove è autorizzato l’accesso.

Cosa si mangia alle Galapagos

Sulle isole potrai assaporare una cucina genuina a base di pescato fresco, ma non solo. Infatti, la tradizione culinaria è molto somigliante a quella della vicina regione costiera dell’Ecuador, dove si mangia molto riso, servito con carni, pesce o legumi e anche il platano ( la banana) cucinato nei modi più svariati. Tra i piatti tipici, potrai assaggiare il ceviche che si mangia crudo dopo una marinatura con limone e peperoncino, aggiunta di gamberetti, calamari o altro pesce e condendo il tutto con salse piccanti, cipolla e mais. Non perderti – inoltre – le polpette a base di platano e formaggio, conosciute come bolón de verde e le famose empanadas con ripieno di verdure e/o carne di pollo.

Tour Galapagos: andata e ritorno

Quando la meta di viaggio è un paradiso tropicale nel cuore dell’Oceano, non puoi far altro che partire con un binocolo per osservare le meravigliose specie che lo abitano e una macchina fotografica per immortalare la bellezza dei paesaggi. Tornerai con un bagaglio ricco di ricordi, di sapori e della dolcezza di un caffè irripetibile come Galapagos San Cristobal di Caffè Milani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Phone: +39 031 280778
Fax: +39 031 282762
22030 Lipomo (CO)
Via Provinciale, 811