Un caffè con… Elisabetta Milani

Un caffè con Elisabetta Milani, figlia di Pierluigi, cresciuta a “pane e caffè” è la responsabile del reparto marketing e comunicazione
15 Settembre 2022
Redazione

Un caffè con… Elisabetta Milani

Un caffè con Elisabetta Milani, figlia di Pierluigi, cresciuta a “pane e caffè” è la responsabile del reparto marketing e comunicazione
15 Settembre 2022
Redazione

Vi ricordate la nostra rubrica “Un caffè con…” dedicata alle persone che animano la realtà di Caffè Milani? Vi stavate chiedendo chi sarebbe stato il nostro secondo ospite?

Nella prima puntata ci aveva fatto compagnia Pierluigi Milani, amministratore delegato dell’azienda che qui si era raccontato.

Elisabetta Milani

Oggi invece siamo con Elisabetta Milani, figlia di Pierluigi e prima rappresentante della terza generazione.

Cresciuta a “pane e caffè”, tra sacchi di iuta e viaggi nei Paesi d’importazione, è dal 2015 la responsabile del reparto marketing e comunicazione dell’azienda di famiglia, nata nel 1937 grazie al nonno Celestino e che quest’anno festeggia un grande traguardo: 85 anni di attività.

Ecco qui la nostra chiacchierata:

  1. Elisabetta, Caffè Milani è una realtà fondata nel 1937 e con alle spalle 85 anni di storia. Cosa significa gestire la comunicazione di un’azienda famigliare con un passato così importante? Tra nuovi canali e strategie, com’è cambiata la comunicazione in questi ultimi anni?

    È sicuramente motivo di orgoglio, ma al contempo è una grande responsabilità. Entrata in azienda uno dei primi progetti che ho seguito riguardava i festeggiamenti dell’80° compleanno di Caffè Milani. In occasione di questa ricorrenza avevamo deciso di focalizzarci sullo storytelling, narrando i nostri 80 anni di attività attraverso l’hashtag #OttantaPassione.

    Per me è stato davvero interessante e allo stesso tempo emozionante approfondire la storia della nostra azienda che si intrecciava con quella della nostra famiglia.

    Ho avuto l’onore di ripercorrere i passi di mio nonno Celestino prima e di mio papà Pierluigi poi. Scoprendo come, attraverso le loro scelte, il loro coraggio e la loro determinazione, è stato possibile arrivare fino ad oggi.

    Questo percorso emozionante e ricco di aneddoti ed esperienze di vita è stato pubblicato sui nostri canali social per rendere partecipi i nostri utenti e consumatori e per far loro conoscere uno dei nostri valori principali: la nostra storia che è famiglia. La nuova sfida riguarda invece la sostenibilità, a 360° gradi, e proprio questo sarà il focus del nostro 85^ anniversario.

  2. Caffè Milani da tanti anni punta sulla formazione, ambito che assume sempre più importanza specialmente in questi momenti di difficoltà nella ricerca di nuovo personale. Come vi state muovendo in questo senso?

    Sì, dal 2001 facciamo della formazione uno dei nostri cavalli di battaglia.
    Il nostro centro di formazione “Altascuola Coffee Training” conta 4 sedi distribuite tra la Lombardia e la Sardegna (due tra Como e Milano e due tra Sassari e Cagliari).
    Abbiamo formato molti operatori e coffee-lovers perché crediamo che la conoscenza del prodotto, della filiera e delle modalità di lavorazione siano la base necessaria per lavorare al meglio e proporre qualità al bar, al ristorante ed in hotel. Cerchiamo sempre di proporre novità e nuovi temi ai nostri corsisti.

    Ad esempio nel 2020, nel periodo di lockdown, abbiamo dato vita alla nostra academy online in cui abbiamo proposto a tutti corsi di assaggio, degustazione e approfondimento sul mondo del caffè da casa. I risultati sono stati davvero soddisfacenti!
    Così come lo è stato il riscontro che abbiamo avuto lo scorso anno quando, in affiancamento ai corsi di caffetteria, abbiamo lanciato i nostri corsi di food in collaborazione con chef e aziende di prodotti legati al mondo della cucina, della ristorazione e del bar.

    Proprio in questi ultimi mesi stiamo lavorando ad una nuova grande novità: ossia un percorso di formazione rivolto al barista-sostenibile. Sui nostri social e sul nostro sito troverete prossimamente tutte le informazioni. Riteniamo che, in questo difficile momento storico in cui le problematiche sono all’ordine del giorno, la necessità di personale formato ed operatori qualificati sia quanto più attuale.

    La specializzazione e la conoscenza saranno sempre le carte vincenti!

  3. Elisabetta Milani, tu sei cresciuta nell’azienda di famiglia e spesso hai compiuto viaggi nei Paesi coltivatori di caffè. Tra tutti questi viaggi, qual è il sapore che più ti ha colpito? Qual è il tuo caffè preferito?

    L’Honduras è rimasto nel mio cuore. È stato il primo viaggio che ho fatto nel mondo delle piantagioni e non dimenticherò mai questa terra e la sua gente. Qui ho potuto toccare con mano ciò che avviene nella fascia equatoriale, ho scoperto i luoghi in cui tutto nasce, e ho conosciuto le persone che rendono possibile l’inizio di questo viaggio.
    Specialmente in questo periodo però non nascondo che la mia monorigine del cuore è il Papua Estate Plantation. Ogni assaggio ed ogni sorso sono un viaggio sensoriale e la mia mente automaticamente viene catapultata in terre incontaminate, esotiche e lontane.

  4. E ora la nostra domanda di rito. Immagina una persona che stimi, che vorresti un giorno incontrare. Questa persona è al bar e si siede accanto a te. Chi è? Quale caffè associ a questa persona?

    Mi piacerebbe molto incontrare Emma Watson.
    Stimo la sua determinazione nel portare avanti le sue idee, sia che si tratti di parità di genere e ruolo delle donne nel mondo sia che si tratti di sostenibilità e tutela dell’ambiente.
    Sono temi che personalmente mi stanno molto a cuore e ritengo che lei stia concretamente facendo molto in questo senso. La sua attenzione alla difesa della parità di genere e il suo amore per la natura traspaiono nei progetti che supporta.

    Davanti ad una tazza di Action, la nostra miscela biologica, sarebbe un onore poter parlare con Emma della nostra nuova linea di accessori eco-fashion. Accessori in cui il riuso dei materiali è il punto di partenza per la realizzazione dei nostri accessori e sarei curiosa di conoscere il suo punto di vista e i suoi progetti futuri.
Redazione
Un team di professionisti appassionati, per raccontarvi il caffè a 360 gradi.

Seguimi su